Quanto costa un trasloco a Torino?

0
1391

Brutte notizie per chi trasloca nelle capitali del nord Italia: il listino prezzi di un trasloco non è lo stesso in tutta la penisola. Il costo medio di un trasloco, oltre alla città di destinazione che gioca una variabile importante, dipende dalla somma di tutti i servizi che sono stati erogati dalla ditta a cui ci si rivolge. Ma quanto costa mediamente un trasloco se ci dovessimo spostare a Torino?

Quanto costa un trasloco: il listino prezzi a Torino

Definire con precisione tutte le operazioni che richiede un trasloco è il modo migliore per avere un preventivo preciso della spesa da affrontare. Tenendo presente che traslocare sgomberando un appartamento di circa 90 mq verrà a costare tra gli 800 € e i 1.500 €, è bene organizzare tutti gli interventi che si possono compiere in autonomia, e quelli invece da affidare necessariamente a una ditta di traslochi. Iniziare con inventario di quello che si dovrà tenere, distinto da quello che invece è possibile eliminare, darà già un’idea del costo medio del trasloco. Il listino prezzi del trasloco a Torino è di fascia media: per un piccolo trasloco, ovvero lo spostamento di qualche scatolone senza montaggio e smontaggio mobili si spende attorno ai 140 €. Se invece si opta per un trasloco completo di tutti i servizi, la cifra può lievitare fino a una media di 900 €.

Quanto costa un trasloco nella stessa città?

La distanza tra i due immobili è un fattore chiave nella stesura di un preventivo. È possibile infatti che, in base alla distanza tra un’abitazione e l’altra, il costo medio del trasloco aumenti sensibilmente. Generalmente, il listino prezzi del trasloco è suddiviso in scaglioni: fino a 100 km di distanza si spenderanno circa 180 €, da 100 a 400 km 500 €, e da 400 a 800 km di distanza 850 €. È chiaro dunque come un trasloco nella stessa città sia infinitamente più conveniente di uno fra due città, o addirittura fra due regioni.

Cambiare casa a Torino: cosa considerare nei costi di trasloco

Puntualità, flessibilità e velocità sono i fattori che hanno soddisfatto di più gli utenti dopo un trasloco a Torino. Tuttavia, che si scelgano aziende a conduzione familiare o ditte di traslochi più strutturate, è importante avere presente quali voci devono essere presenti nel preventivo. Considerare esclusivamente le opinioni di amici e conoscenti che hanno traslocato a Torino, potrebbe diventare controproducente, dal momento che ogni trasloco presenta dei dettagli diversi dai precedenti. È bene dunque sapere che nel preventivo di un trasloco, devono essere conteggiati:
– Costo giornaliero del servizio in base al personale che si occuperà dello sgombero;
– Giorni e ore di lavoro necessarie;
– Smontaggio e rimontaggio mobili;
– Caratteristiche e tempistiche per l’utilizzo di imballaggi;
– Modalità e tempistiche dei trasporti;
– Pulizia e sgombero dei materiali e delle attrezzature utilizzate.
Anche traslocando in una città come Torino è possibile risparmiare, ma per un trasloco low-cost bisogna considerare di eliminare alcune voci. Ad esempio, non richiedere il servizio di imballaggio, occuparsi autonomamente dello smontaggio e rimontaggio dei mobili, e spostare da soli gli scatoloni sigillati sul piano strada. Dati i numerosi fattori da tenere presenti, il consiglio per valutare con efficacia il costo di un trasloco a Torino è quello di richiedere i preventivi  direttamente alle aziende. L’ideale sarebbe avere almeno tre o quattro proposte, così da poter decidere a quale ditta rivolgersi senza rimpianti.€

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here