Bambini e trasloco: evitare il trauma

0
120
Famiglia con bambini che trasloca

Quando in famiglia ci sono dei bambini, traslocare può diventare un’esperienza ancora più stressante e faticosa, soprattutto per loro, magari inconsapevoli di quanto sta accadendo. Traslocare con i bambini può sembrare difficile, ma adottando gli accorgimenti necessari e un atteggiamento positivo, riuscirete a trasformare questo momento di cambiamento in un’avventura divertente e costruttiva.

Ma come traslocare con i bambini, senza stress?

  1. Regola numero 1: non trascurate mai il dialogo. Cercate di parlare il più possibile con i vostri figli, spiegando loro cosa sta per accadere e cosa succederà nei giorni a venire. Invogliateli a fare domande e fate in modo che si sentano liberi di esprimere la propria opinione sempre e comunque. È importante mostrarsi aperti e disponibili. Naturalmente, enfatizzate tutti gli aspetti positivi del trasloco in modo che, ai loro occhi, questa sembri un’esperienza entusiasmante.
  2. Regola numero 2: è importante che i bambini prendano confidenza gradualmente con la nuova casa, per cui, se vi è possibile, portateli lì prima del trasloco. Se traslocate in un altro quartiere o in un’altra città, l’ideale sarebbe poter esplorare con loro la nuova zona alla ricerca di posticini e angoli carini, magari parchi giochi o altre attrazioni interessanti per loro. Da non sottovalutare anche pasticcerie e gelaterie!
  3. Regola numero 3: se i vostri figli sono abbastanza grandi da poterlo fare, coinvolgeteli in alcuni aspetti decisionali. Per esempio, potreste scegliere insieme i mobili della cameretta o il colore delle pareti. Spiegate loro come vorreste disporre i mobili e magari chiedetegli qualche piccolo consiglio coì si sentiranno partecipi. Al contrario, se i bambini sono molto piccoli, fate in modo che nei giorni precedenti al trasloco stiano in casa il meno possibile, così che non risentano di stress e nervosismi. Assistere allo smontaggio dei mobili e all’imballaggio degli oggetti potrebbe risultare destabilizzante per loro, anche se sono molto piccoli. Come saprete, infatti, i bambini percepiscono qualunque stato d’animo.

In generale, ricordate sempre di tenere un atteggiamento il più possibile sereno.

Come imballare i giocattoli per il trasloco?

Per i bambini il momento del trasloco potrebbe rivelarsi molto stressante, in particolare tutte le fasi che lo precedono. Ecco perché, come già detto in precedenza, sarebbe meglio tenere sempre un atteggiamento positivo e sereno affinché i piccoli non risentano troppo dello stress, soprattutto se i bambini hanno pochi anni d’età.
In caso contrario, sarebbe bene coinvolgere anche i vostri figli in alcune fasi del trasloco per farli sentire partecipi, in particolare, quando si tratterà di imballare i loro giocattoli. Molti di questi potrebbero rivelarsi fragili o contenere piccole parti che rischiano di andare perdute, per cui è importante che vi dotiate dell’occorrente necessario. Prima di cominciare, ricordatevi di lasciare fuori almeno 2 giochi, quelli preferiti da vostro figlio che potrà tenere con sé i primi giorni nella nuova casa.
A questo punto procuratevi:

  • fogli di pluriball
  • nastro adesivo
  • scatole di varie dimensioni
  • fogli di giornale

Là dove possibile, smontate i giocattoli e qualora abbiate tenuto la scatola originale sarete sicuramente avvantaggiati. Molti giochi, invece, non possono essere smontati quindi dovrete necessariamente portarli via così come sono. Quelli “indistruttibili” non necessitano sicuramente di un imballaggio particolare, mentre, i più fragili devono essere avvolti in fogli di pluriball o carta di giornale e inseriti con cura all’interno delle scatole.
Come per tutti gli altri oggetti fragili, è importante riempire gli eventuali spazi vuoti con dell’altra carta di giornale appallottolata così che tutti i giochi stiano ben fermi e non urtino tra loro. Accertatevi anche di aver le batterie ai giocattoli che ne fanno uso e di aver stretto bene tubetti e barattoli di vernice.
A questo punto, potete sigillare tutte le scatole con del nastro adesivo chiedendo anche la collaborazione dei bambini.

Vuoi altri consigli per il bambino? Visita Guidabambino.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here