Piedi neonato

Neonato 4 Mesi

Un bambino d 4 mesi è un bambino che da rispetto a quando è nato sarà sicuramente cresciuto a vista d’occhio,  in questo breve ma intenso lasso di tempo ha acquisito tante nuove capacità, e i suoi progressi sono innumerevoli. Ora si esprime usando un  linguaggio verbale fatto di versi, suoni e gorgoglii di ogni genere e ad esso ha associato anche un linguaggio corporeo con sorrisi, movimenti della testa, occhi vispi e curiosi attenti a tutto, manine che stringono, afferrano, accarezzano e a volte strappano  con forza e decisione gli oggetti, i capelli di mamma sono infatti, in questo mese, messi a dura prova!Quanto è cresciuto in 4 mesi?
In media, il peso corporeo di un bimbo di 4 mesi dovrebbe essere il doppio rispetto a quello che aveva al momento del parto,  fermo restando che tali indicazioni sono puramente statistiche e che, la crescita del tuo bambino debba essere sempre valutata dal tuo pediatra attraverso i suoi valori di riferimento come la curva dei percentili.

Quanto e cosa deve mangiare il mio bambino di 4 mesi?

Il bambino è indubbiamente cresciuto in ogni sua parte, e di conseguenza, anche il suo stomaco è cresciuto ed essendo più grande contiene molto più latte. Contendendo più latte e aumentando il senso della sazietà si allungano i relativi intervalli tra una poppata l’altra permettendo quindi di aumentare il tempo delle attivtità. L’alimento principale a 4 mesi, salvo prescrizione differente è e rimane il latte, sia esso artificiale o materno. L’OMS raccomanda un allattamento esclusivo sino ai sei mesi, ma non stupitevi se alcuni pediatri consigliano già dai 4 mesi l’introduzione di cibi solidi, alcuni bambini infatti sono già ben pronti e predisposti a questo importante passaggio. Facendo un calcolo approssimativo , in quanto ogni bambino ha le proprie  specifiche esigenze, un lattante nutrito con latte artificiale  dovrebbe introdurre circa 150/160 gr di latte x Kg di peso corporeo che comporta più o meno ad un apporto calorico di circa 500 kcal. Un bambino che assume il latte materno, invece dovrebbe assumere una quantità  che oscilla tra i 750 – 800 gr di latte giornaliero. Il numero delle poppate invece resta invece tra le 6/8 giornaliere, sempre considerando variabili quali abitudini della quotidianità o reali neccessità che il bimbo presenta nelle sue fasi di crescita.

Quanto deve dormire il bambino a 4 mesi?

Sommando riposini e sonno notturno si arriva ad un numero di circa 14-16 ore totali, tenendo conto che ora il nostro bambino è capace di dormire  anche 7-8 ore continuative. Quali sono le sue capacità ora? La manipolazione degli oggetti è una delle attività principali, afferrare, stringere, e tirare sono fra i suoi giochi preferiti. Il tatto e il gusto sono i sensi maggiormente coinvolti in questa fascia d’età, infatti noterete che spesso gli oggetti afferrati vengono portati alla bocca, per essere esplorati e compresi maggiormente. Prestate molta attenzione a ciò che gli viene dato per giocare o viene afferrato, vigilate sempre, perchè il rischio di soffocamento è sempre in agguato. La muscolatura della schiena e del collo sono forti abbastanza da permettere ad alcuni bambin di poter rotolore, se sdraiati su un tappeto o su una superficie piana , per mettersi a pancia in giù o viceversa! Inoltre la sua testa se messo in posizione seduta  e sorretto a dovere si sosterrà in autonomia. La vista, che ora è binoculare permette al bimbo di seguire gli oggetti e di individuare i particolari nella visione d’ insieme, come ad esempio il dettaglio di una stampa sulla vostra tshirt. Il movimento oculare dovrebbe pertanto essere sincrono e nel caso notiate qualsiasi distorsione nella  sua visione o un eventuale strabismo  parlatene sempre con il pediatra. Sempre per quanto riguarda gli occhi, il colore inizia a virare verso quello definitivo che non arriverà prima dei sei mesi, questa variazione è più percettibile negli occhi chiari, che subiranno parecchi cambiamenti prima di stabilizzarsi.

Come faccio a capire il mio bambino?

Avendo ora un linguaggio verbale e corporeo, il bimbo sperimenta quelli che sono gli effetti di questo magnifico strumento chiamato comunicaizone,  testandolo continuamente con chi lo circonda e soprattutto sopra di mamma e papà. Impara velocemente a interpretare  e capire il significato delle espressioni facciali dei genitori, e le rispettive risposte alle sue, ai sorrisi per esempio. Il pianto, diventa un arma a doppio taglio, è ora che infatti il bimbo associa che al pianto si ha la risposta immediata di qualcuno che accorre a lui!( furbacchioni!). Iniziano anche i primi giochi di relazione: se butto qualcosa per terra, mi viene restituito! Ed ecco allora che scopriamo che tutti, siamo stati prima o poi “vittime inconsapevoli” del gioco di un bimbo che, ripetutamente per esempio sputa il ciuccio! L’udito si sviluppa decifrando i cambi di voce, di tono,  e le relative emozioni che esse celano, aiutando il bambino in questa sua fase di grande apprendimento. Per stimolare questa sua fase leggete favole, facendo versi, smorfie e grandi gestualità, avrete da lui delle grandi risposte che vi sorprenderanno,  lo vedrete imitarvi nello stupore spalancando la bocca oppure spalancando gli occhi basiti, e quando vi farà i suoi grandi sorrisi, se vi sentite sciogliere le gambe, tranquilli… è tutto normale!!!